Piscina

3 motivi per regalarsi una piscina quando fa freddo

Di tutti i motivi che spingono a prendere in considerazione l’idea di realizzare una piscina nel proprio giardino, il caldo delle prime giornate estive è sicuramente il più convincente.    
Visto che l’idea di farsi questo regalo solitamente richiede un po’ di riflessione per concretizzarsi, può capitare che la scelta vera e propria avvenga a stagione ormai inoltrata: a questo punto, il pensiero di rimandare direttamente alla primavera successiva viene naturale.     
Ebbene, per quanto in questi giorni guardando il calendario (e il termometro) possa non esserci “piscina” tra le prime parole che ci vengono in mente, ci sono almeno 3 motivi (almeno!) per non far slittare il progetto di quasi un anno:

1) Avete più tempo per la configurazione - Pensando ad una piscina a maggio-giugno, il lato pratico diventa prioritario: gli unici desideri sono decidere e finire tutto il prima possibile per poterla sfruttare. Ma la piscina è un elemento che diventerà parte integrante della vostra casa ed offre una possibilità di personalizzazione ampissima, potendo giocare con la combinazione di forme, dimensioni, scale, rivestimenti interni e accessori. Prendersi il tempo necessario per ottenere il risultato che davvero si desidera è estremamente importante!

2) Giocate d’anticipo con la burocrazia – per realizzare una piscina interrata è necessario informarsi presso il comune di residenza riguardo i permessi necessari e le pratiche da effettuare. Può capitare che la parte burocratica richieda del tempo, specialmente in caso di presenza di vincoli particolari, ad esempio di natura paesaggistica o archeologica, quindi prima si parte meglio è: eventuali lungaggini non andranno a sottrarre tempo di utilizzo della piscina.

3) Potete portarvi avanti col lavoro – Una volta effettuate tutte le scelte del caso non serve fermarsi fino a primavera: nei mesi meno caldi ci si può dedicare all’installazione della struttura ed alla realizzazione dell’impianto di filtrazione che, non essendo utilizzato fino all’anno successivo, non subirà nessun deterioramento. In primavera verranno effettuate le opere non permesse da temperatura troppo rigide (pavimentazione e rivestimento interno, ad esempio) e la piscina sarà pronta all’uso alla prima giornata di caldo!

Ma non è proprio finita qui: non dovrebbe dirvelo chi è del settore, ma una trattativa nei mesi più freddi potrebbe permettervi di spuntare un piccolo extrasconto sulla fornitura. 

Se quest’estate avete guardato il vostro giardino e avete pensato a quanto sarebbe stato bello se ci fosse stata una piscina, adesso avete dei validissimi motivi per iniziare ad informarvi fin da subito, senza aspettare la primavera!

Real Time Analytics